Select Page

Risorsa idrica sostenibile e di qualità

Il contesto urbano in cui Etra opera risente di alcuni fattori di criticità ambientale che interessano tutto il Veneto

Il contesto urbano in cui Etra opera risente di alcuni fattori di criticità ambientale che interessano tutto il Veneto: sebbene con le buone pratiche stanno diminuendo la produzione di rifiuti e i consumi idrici e si è contenuto l’inquinamento luminoso, ancora elevato è il tasso di perdite della rete acquedottistica e risulta critica la conformità dei centri urbani ai requisiti di collettamento delle acque reflue. Inoltre, sono in fase di peggioramento i livelli di ozono e polveri fini nell’aria e aumentano i rischi geoclimatici.

Gli obiettivi ambientali di Etra sono dunque la mitigazione degli impatti ambientali e il miglioramento della qualità dell’ambiente, attraverso:

Aumento dei livelli di raccolta differenziata e di riciclaggio

L’utilizzo di
energia pulita

Mantenimento della qualità dei corpi idrici superficiali

Gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico sanitarie.

Etra si occupa del prelievo e della distribuzione dell’acqua potabile, derivante interamente da sorgenti e falde acquifere, nonché del collettamento e del trattamento dei reflui, servendo quasi 528.000 abitanti, con un grado di copertura del servizio acquedottistico dell’89%.

La qualità dell’acqua erogata è il parametro più importante per gli utenti: per verificare il costante rispetto di tutti i parametri di potabilità, Etra ha svolto circa 44.000 analisi sull’acqua erogata, che è risultata di ottima qualità, assolutamente confrontabile con le acque in bottiglia. I risultati del monitoraggio sono pubblicati per ogni Comune sul sito di Etra.

Le perdite idriche reali nel 2018 sono state pari a 10,21 mc/km al giorno, in diminuzione rispetto agli anni precedenti grazie alle attività di ricerca perdite e conseguente manutenzione/sostituzione delle reti. L’ottimizzazione della risorsa idrica è inoltre garantita dal potenziamento di serbatoi e sistemi di adduzione e dallo sviluppo di nuovi tratti di rete.

Il servizio di fognatura e depurazione presenta un grado di copertura del 73%, con una capacità di depurazione del 66% e un rendimento medio dei depuratori del 90%. Il miglioramento del servizio è garantito dai lavori di ampliamento della rete fognaria e di adeguamento di alcuni impianti di depurazione, effettuati utilizzando il criterio della resilienza, attraverso l’applicazione delle migliori tecnologie disponibili.

Bitnami